#S4P2017

POST-VERITA'

17 NOVEMBRE 2017 UNIVERSITÀ BOCCONI MILANO

X

Roberto Bertollini

Rappresentante OMS presso l’UE

Dall’ottobre 2011, Roberto Bertollini (Laurea in Medicina, Master of Public Health) è rappresentante dell’OMS all’UE (Bruxelles) e direttore scientifico dell’ufficio regionale per l’Europa dell’OMS. Dal 2007 al 2010, ha ricoperto il ruolo di coordinatore dell’unità per le evidenze e le politiche per l’ambiente e la salute del dipartimento di Salute pubblica e ambiente dell’OMS a Ginevra, con l’incarico di elaborare la politica globale dell’OMS e la risposta alle conseguenze dei cambiamenti climatici sulla salute. Prima di questo incarico, dal dicembre 2000 è stato Direttore della divisione di supporto tecnico della “Health Determinants” all’ufficio regionale dell’OMS per l’Europa a Copenhagen. Dall’ottobre 2004, è stato Direttore del programma speciale EURO dell’OMS sulla salute e l’ambiente, con sede a Copenhagen, Roma, e Bonn.
Precedentemente è stato direttore della sede di Roma del Centro Europeo Ambiente e Salute dell’OMS, a partire dal 1993. Prima di entrare a far parte dell’OMS, ha lavorato presso l’unità di epidemiologia della Regione Lazio. Nel corso della sua esperienza professionale, ha intrapreso missioni in vari paesi europei e africani, a sostegno dell’implementazione di progetti di cooperazione nel campo della salute.
Il dottor Bertollini ha conseguito la laurea in medicina e la specializzazione in pediatria, e un Master in salute pubblica presso la Johns Hopkins University nel 1983. Le sue principali aree di interesse professionale comprendono lo studio delle conseguenze dell’ambiente sulla salute, e in particolare gli effetti delle minacce emergenti quali i cambiamenti climatici, le conseguenze sulla salute dello stile di vita e dei fattori socioeconomici, quali tabacco, alcol e alimentazione, l’applicazione dell’epidemiologia allo sviluppo di politiche per la salute pubblica e la valutazione di programmi e pratiche di salute pubblica. Il Dottor Bertollini è autore di molti articoli scientifici e ha contribuito a numerosi libri, ha concesso interviste e partecipato a vari programmi televisivi e radiofonici dedicati a problematiche di salute pubblica sia in Italia che all’estero.   

ROBERTO BERTOLLINI - VERSO UN MONDO PIÙ EQUO

La disponibilità di risorse naturali in qualità e quantità adeguate è essenziale per la salute umana. Malattie letali che hanno devastato l’umanità nel corso dei secoli sono state sconfitte dal miglioramento delle condizioni di vita e dalla disponibilità di risorse come acqua potabile, alimenti ed energia.
Da sola, la disponibilità di acqua potabile ha non solo determinato la sconfitta delle malattie legate alla sua contaminazione, ma anche contribuito alla riduzione delle malattie legate alla mancanza di igiene nell’ambiente di vita e di lavoro.
Tuttavia, in questi primi anni del XXI secolo, mentre una parte della popolazione mondiale è ancora senza accesso a essenziali risorse naturali, assistiamo a fenomeni globali, che attraverso il cambiamento del clima e la diffusa contaminazione dell’ecosistema, prefigurano nei prossimi decenni condizioni ambientali che potranno presentare nuove situazioni di rischio e di penuria di risorse essenziali per la vita e il benessere.
La relazione tra salute e accesso alle risorse verrà illustrata a partire dalle evidenze scientifi che e dai dati storici e seguita da una presentazione degli scenari futuri legati ai cambiamenti climatici con riferimento agli effetti sulla salute e alle possibili strategie di risposta.

Condividi su