#S4P2018

DISUGUAGLIANZE GLOBALI

15-16 NOVEMBRE 2018 UNIVERSITÀ BOCCONI

X

GEETHA BALI

Vice Rettore, Karnataka State Women’s University, India

La Professoressa Geetha Bali, Vice Rettore della Karnataka State Women’s University a Bijapur, si è laureata presso la Bangalore University e ha conseguito il Ph.D lavorando nel campo della Neurofisiologia. In precedenza è stata Professoressa e Presidente del Dipartimento di Biotecnologia, Fondatrice e Coordinatrice del Center for Clean Environment Technology e Coordinatrice di Bioinformatics facility alla Bangalore University.
Ha condotto ricerche post dottorato presso rinomate istituzioni, inclusi la Clinical Brain Disorders Branch, del Centro Neuroscientifico NIH. a Bethesda, l’Istituto di Biotecnologia dell’Università del Maryland, il College Park., MD, USA e l’Insect Neurohormone Laboratory, USDA di Beltsville, negli USA., nonché presso J.W. Goethe University, in Germania, e l’Attila Jozseph University a Szeged, Ungheria. Ha pubblicato diversi documenti su prestigiose riviste ed è autrice di libri; ha seguito il percorso di dottorato di molti studenti.
È alumnus della Fondazione Alexander von Humboldt, in Germania. Ha stabilito forti legami con numerose istituzioni negli USA e in Germania, che danno vita a collaborazioni attive nell’ambito della ricerca, dei programmi di training per studenti e docenti e ha lavorato come coordinatrice in Asia, in relazione a progetti internazionali finanziati dall’USDA. Ha ricevuto il riconoscimento come IFAS scholar dall’Università della Florida
a Gainesville, negli USA, per promuovere una partnership India-USA su scienza e istruzione. In qualità di vice rettore di un’università femminile, ha realizzato una serie di programmi innovativi come il “Women’s Technology
Park”, unico nel genere, con molte strutture che servono per la formazione di competenze, come centri di consapevolezza e ricerca e come “business incubator“ che consentono alle donne di trarre benefici da scienza e tecnologia. Il parco forma donne di zone rurali in contesti socio-economici poveri, incluse persone indigenti.
È stata nominata membro del seminario di Salisburgo, in Austria. Avendo collaborato con l’Indian Science Congress Association in diverse funzioni, è stata eletta novantanovesimo Presidente Generale èd è la quarta donna ad essere stata nominata per quel ruolo. È stata onorata del titolo di “Great Daughter of Karnataka” e ha ricevuto molti riconoscimenti nazionali e internazionali per i suoi contributi alla scienza e all’istruzione; è membro della National Academy of Sciences, in India.

SCIENZA E PACE: IL RUOLO DELLE DONNE

Le donne sono fondamentalmente esseri amanti della pace. La natura le ha dotate dell'istinto di protezione e del nutrimento della vita. L'India nella sua storia è stata governata da molte donne, come ad esempio Sultana Chand Bibi, regina di Bijapur da cui io provengo, Kittur Rani Chennamma e Lakshmi Bai, Rani della città di Jhansi. Tutte hanno combattuto valorosamente in guerra e sacrificato le loro vite. Ma tutte le loro guerre furono combattute per proteggere territori e popoli, raramente per espandersi o acquisire maggiori ricchezze. Sultana Chand Bibi concluse una guerra e raggiunse una tregua quando i soldati si trovarono ad affrontare la siccità. Appare evidente che, quando alle donne viene data l'opportunità di decidere, esse contribuiscono dando un tocco di umanità alle proprie azioni. Una serie di organizzazioni femminili sono coinvolte attivamente nel processo di pace nel Kashmir, tra cui Women in Security, Conflict Management and Peace (WISCOMP), Women's Initiative for Peace in South Asia (WIPSA), Athwaas, e Samanbal. Di recente, donne hindu, musulmane e sikh provenienti da entrambe le sponde della linea di controllo hanno dato il via a un Forum Congiunto per la Pace in Kashmir e tenuto una conferenza a Gulmarg il 28- 29 settembre 2011. Le loro richieste comprendevano l'inclusione delle donne in tutti i negoziati e le trattative per la costruzione della pace riguardanti il Kashmir e in qualsiasi dibattito su questioni di genere, il rispetto del cessate il fuoco con la cessazione immediata di ogni violazione, garantire la quota del 33 per cento in seno all'assemblea, i consigli e le amministrazioni locali su entrambi i lati della linea di controllo, il rilascio degli attraversatori di confine e la creazione di un comitato di sostegno legale e reti di aiuto per le donne nei villaggi. Le partecipanti hanno affermato: "Noi, donne dell'intero stato del Jammu e Kashmir provenienti da entrambe le aree della linea di controllo, vogliamo pace, sicurezza e stabilità economica nell'intera regione." Pandit Jawharlal Nehru ha affermato "È possibile valutare lo stato di progresso di una nazione guardando alla condizione delle donne che la abitano." La Dottoressa Radhakrihnan ha aggiunto "Il ruolo delle donne in ogni società è un indice veritiero del livello culturale e spirituale di questa." Le antiche scritture indiane riportano "Yatra Naryastu poojyante, Tatra Ramante Devata," ovvero la divinità prevale quando le donne vengono rispettate. Le donne possono
vivere con dignità solo dove prevalgano pace e armonia. Per questa ragione, nessuna donna esiterà nel contribuire alla pace nel mondo e nel lottare per ottenerla. Sarà solamente necessario rimuovere gli ostacoli lungo il suo cammino.

Condividi su