#S4P2017

POST-VERITA'

17 NOVEMBRE 2017 UNIVERSITÀ BOCCONI MILANO

X

MONS. MARCELO SÁNCHEZ SORONDO

Cancelliere Accademia Pontificia delle Scienze, Roma

Sanchez Sorondo, Marcelo, Prof. ordinario, Storia della Filosofia, Libera Univ. Maria SS. Assunta, Roma. Nato: Buenos Aires (Argentina), 8 settembre 1942. Ordinato sacerdote
(1968, Buenos Aires). Laurea, Univ. Cattolica di Buenos Aires (1969), Prof. filosofia morale, Univ. di Buenos Aires (1970). Dottore in Sacra Teologia, Univ. S. Tommaso d’Aquino, Roma
(1974). Laurea in Filosofia, Univ. degli Studi di Perugia (1976). Prof. di Storia della Filosofia, Univ. Lateranense (1976-98) e Decano della Facoltà di Filosofia (1987-96). Nel 1998 nominato da Giovanni Paolo II Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali. Nel 1999 nominato da Giovanni Paolo II Prelato
Segretario della Pontificia Accademia di S. Tommaso d’Aquino. Il 19 marzo 2001 consacrato da Giovanni Paolo II Vescovo titolare di Vescovío. Cavaliere di Gran Croce, Rep. Italiana (2000); Premio Francesco Vito, Univ. Cattolica Sacro Cuore, Milano (2001); Ordine Nazionale della Légion d’Onore, Rep. Francese (2002); Premio Neruda, Rep. del Cile (2004); Decoration Grão Mestre da Ordem de Rio Branco, Ambasciata del Brasile presso la Santa Sede (2004); Croce d’Onore per la Scienza e la Cultura, Rep. d’Austria (2004); Grande Ufficiale “Bernardo O’Higgins”, Rep. del Cile (2005).

DIALOGO INTERRELIGIOSO

La pace è frutto dell’amore, della giustizia, della solidarietà e della verità. Senza questi valori non esiste pace. Oggi, nel nostro mondo globale, è necessario instaurare e curare il dialogo
interreligioso. Il Concilio Vaticano ha avviato il movimento dell’Ecumenismo che ha già prodotto dei risultati. Ad Assisi, Papa Giovanni II ha riunito due volte gli esponenti di tutte le religioni, per parlare di pace. Dobbiamo proseguire in questa direzione, creando un dialogo più consapevole e più serio sulla verità, che consideri il contenuto di ogni religione, oltre al contributo storico di ciascuna. Inoltre, occorre che “le religioni si esprimano sui problemi concreti e specifici che rischiano di soffocare il nostro futuro, come: clima, riscaldamento globale, crescita mondiale, acqua ed energia”. Problemi che possono generare conflitti gravi e profondi. La religione cattolica si interroga e si esprime su questi problemi. Recentemente Papa Benedetto
XVI ha dichiarato che “la fame è lo scandalo più grande dell’umanità”. Un problema che dimostra l’esistenza di valori sbagliati e che interpella noi cristiani in primis, noi che ogni giorno
preghiamo Dio di dare a tutti noi il pane quotidiano.

Condividi su