#S4P2017

POST-VERITA'

17 NOVEMBRE 2017 UNIVERSITÀ BOCCONI MILANO

X

JENS BARTELSON

Professore di science politiche, Lund University, Svezia

Jens Bartelson ottiene il Dottorato dalla Università di Stoccolma nel 1993.

Le sue aree di interesse includono la teoria politica internazionale, la storia del pensiero politico, filosofia politica e teoria sociale.

Jens Bartelson ha scritto principalmente sul concetto di stato sovrano e la filosofia della comunità mondiale.

È autore di libri quali, Visions of World Community (Cambridge University Press, 2009),The Critique of the Stat (Cambridge University Press, 2001), A Genealogy of Sovereignty (Cambridge University Press, 1995). Ha scritto, inoltre, articoli su testate quali International Studies Quarterly, Political Theory, Review of International Studies, European Journal of International Relations, European Journal of International Law, and International Sociology.

SULLA LEGITTIMITÀ DELLE ISTITUZIONI DI GLOBAL GOVERNANCE

In quali condizioni è possibile considerare legittime le istituzioni di global governance? Nei testi di oggi sono due le risposte che si trovano a questa domanda.
Secondo la prima, la loro legittimità dovrebbe essere giudicata in termini pragmatici, a prescindere dal fatto che coloro che vengono toccati dalle loro decisioni abbiano dato il proprio parere in merito.
Come risposta a questo deficit di democrazia, altri sostengono che le istituzioni di global governance possono essere considerate legittime solo fin quando si conformano agli standard di legittimità democratica.
Nel mio intervento argomenterò sul fatto che siccome la società globale contemporanea non soddisfa i requisiti di legittimità democratica, non è rilevante applicare detti standard al mondo globale.
Piuttosto, dovremmo richiedere alle istituzioni globali e agli attori transnazionali di aiutare a creare le precondizioni per la costruzione di una comunità politica globale all’interno della quale gli uomini possano essere al sicuro e liberi di godere dei diritti di partecipazione e di ristabilire le condizioni giuste perche gli standard di legittimità democratici possano essere applicati nel futuro.
Seguendo questo ragionamento,sottolineerò il valore della libertà intesa come l’assenza di dominazione e  dell’esercizio arbitrario del potere.

Condividi su