#S4P2017

POST-VERITA'

17 NOVEMBRE 2017 UNIVERSITÀ BOCCONI MILANO

X

Si specializzano a Perugia 4 dottoresse afgane per il nostro ambulatorio per le donne a Herat

13 febbraio 2018

Giulia Sacchi

Un centro attivo dal 2013 con ecografo e mammografo. In un anno visitate mille donne. Le responsabili in Italia per approfondire le tecniche di indagine
 

Il 13 gennaio sono arrivate a Perugia da Herat 4 dottoresse afgane, Saida Said, Farzana Rasouli, Fareshta Fitzli e Fatema Farishti per seguire due tirocini in screening mammografico e in citologia: lo scopo è migliorare le attività dell’ambulatorio per la diagnosi del tumore al seno avviato dalla Fondazione Umberto Veronesi nel 2013 in collaborazione con la Rezai Foundation e portato successivamente avanti grazie al prezioso supporto della Cooperazione italiana in Afghanistan.
 
A Perugia abbiamo avuto la generosa disponibilità per i tirocini dell’ospedale Santa Maria della Misericordia e del Presidente di Apof (Associazione Patologi Oltre Frontiera), Paolo Giovenali, direttore del reparto di Anatomia patologica.
 
Lo scorso anno, il nostro centro a Herat, dotato di ecografo e mammografo, dove lavorano 3 persone (il medico responsabile Farzana Rasouli e due tecnici di radiologia che abbiamo “formato” in India) è stato visitato da oltre 1.000 donne e 1 caso su 4 è risultato sospetto, quindi bisognoso di ulteriori accertamenti come l’ago aspirato.
 
Il training in screening mammografico è stato seguito dalla dottoressa Saida Said (direttore del Maternity Hospital di Herat) e dalla collega (ambedue sono ginecologhe) Farzana Rasouli.
 
Il training in citologia, seguito dalla ginecologa Fareshta Fitzli e dalla biologa Fatema Farishti, durerà 3 mesi, fino al 7 aprile. Gli obiettivi sono di imparare a fare l’ago aspirato, ad allestire vetrini di citologia e a riconoscere i casi sospetti da sottoporre a “second opinion”. Per questo motivo la Fondazione Veronesi si impegna a trovare per l’ambulatorio di Herat i fondi per l’acquisto di un microscopio dotato di telecamera che permetterebbe di eseguire i controlli dei vetrini a distanza dal dottor Paolo Giovenali dell’Apof.

Condividi su

Ultimi post

Si specializzano a Perugia 4 dottoresse afgane per il nostro ambulatorio per le donne a Herat

13 febbraio 2018

Un centro attivo dal 2013 con ecografo e mammografo. In un anno visitate mille donne. Le responsabili in Italia per approfondire le tecniche di in...

"Più fiducia nella scienza e nella democrazia per guardare con ottimismo al futuro" - Le conclusioni di Science for Peace 2017

06 dicembre 2017

Riportiamo l'articolo di Roberto Cortinovis dal titolo “Serve più fiducia nella scienza e nella democrazia per guardare con fiducia al futuro" pubblicato su Huffington Post lo scorso 30 novembre. L'articolo traccia un bilancio sintetico di Science for Peace 2017 e presenta alcune riflessioni sul controverso rapporto fra fake news, scienza e democrazia. 

Leymah Gbowee: il mio impegno per la pace e per i diritti delle donne

22 novembre 2017

Abbiamo intervistato Leymah Gbowee, premio Nobel per la pace del 2011, che è stata ospite d’onore alla Conferenza Internazionale Science for Peace, tenutasi lo scorso 17 novembre presso l’Università Bocconi di Milano.